La storica cantina di Vinci dà vita a una serie di iniziative per valorizzare personaggi e luoghi di interesse del proprio territorio. Crocevia di intellettuali agli inizi del novecento il borgo di Dianella rimane ancora oggi un riferimento importante e per questo, in collaborazione con le istituzioni, intende rilanciare e sostenere il valore della cultura e delle tradizioni.

 

Dianella, 18 aprile 2018 – Un calendario di eventi intenso e multiforme va ad arricchire le proposte culturali di questa primavera a Dianella focalizzandosi su realtà toscane che, per il loro valore, rivestono un ruolo a livello nazionale.

“Noi siamo convinti da sempre che la cultura debba essere la protagonista indiscussa di tutte le attività. L’unico vero ingrediente in grado di fare “la differenza”. Ne sono una prova il nostro olio e i nostri vini che traggono forza dalla loro identità e dal loro legame con la tradizione.” spiega Veronica Passerin d’Entrevès proprietaria della tenuta “Abbiamo partecipato attivamente quindi e con entusiasmo queste iniziative che intendono accendere i riflettori su figure e luoghi che sono simboli della nostra cultura.”

Il primo appuntamento è dedicato a Renato Fucini, il poeta toscano che ha a lungo vissuto a Dianella e che da queste atmosfere si era lasciato ispirare per le sue opere maggiori. Atmosfere che vivono ancora oggi negli scorci del borgo di Dianella, oggi come allora dinamico e vitale.

 

FESTIVAL FUCINIANO

Organizzato dal Comune di Vinci in collaborazione con la Biblioteca Leonardiana e l’Associazione Elicriso parte quest’anno a Dianella la prima di una serie di edizioni del Festival dedicato al poeta toscano con la presentazione di alcune opere inedite.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di far conoscere meglio l’autore dal punto di vista letterario. Nel corso dei 3 appuntamenti di quest’anno si cercherà di definire la vita del Fucini e la fervente attività culturale di quell’epoca nel territorio toscano e -soprattutto vinciano-, attraverso le esperienze e gli interessi dell’artista.

 

Sabato 28 aprile, ore 20,30 – Villa Dianella

“Nel calamaio del Fucini”

La serata si aprirà con la visita alla cappella che ospita la tomba di Renato Fucini e che Veronica Passerin d’Entréves, proprietaria di Villa Dianella, aprirà per la prima volta al pubblico. Seguiranno quindi letture e drammatizzazioni di alcuni testi del poeta curate da Andrea Giuntini con l’intervento del Prof. Davide Puccini.

Nel corso della serata Andrea Giuntini leggerà anche frammenti delle opere di Fucini: un mosaico di brani tratti dalle novelle e dai sonetti.

 

Venerdì 25 maggio, ore 21 – Biblioteca Leonardiana

“Fucini e gli amici macchiaioli. Uno sguardo a Gustavo Uzielli e Telemaco Signorini in gita a Vinci”

Curata da studiosi ed esperti di pittura dell’Ottocento.

 

Venerdì 15 giugno, ore 21 – Villa Dianella

Renato Fucini e Giacomo Puccini. Un rapporto di amicizia poco conosciuto. Scritti e arie d’opera pucciniane nel clima del primo Novecento.

La pianista Alice Ulivi e la cantante Bianca Barsanti rievocheranno la straordinaria atmosfera culturale dei primi decenni del Novecento. Fucini non era soltanto grande amico di Puccini, si è scoperto infatti che aveva composto molte liriche da salotto per voce e pianoforte. Verranno riproposti i grandi classici pucciniani “Avanti Urania” e “E l’uccellino” ma soprattutto musiche inedite grazie a spartiti custoditi fino ad oggi in alcuni archivi storici.

 

 

INIZIATIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE DEL VINO

 

Dianella, in collaborazione con l’Associazione che promuove in Italia la conoscenza e la cultura del vino attraverso le voci delle donne che operano in questo settore, propone due eventi unici.

 

Martedì 1° Maggio – ore 12,00 – Villa Dianella

“Il Pranzo di Babette”

Nell’ambito del trentennale dell’Associazione Donne del Vino, dedicato in particolare a “Donne, Vino e Cinema”, Dianella, ispirandosi a “Il Pranzo di Babette”, propone una rielaborazione del menù proposto nel celebre film di Gabriel Axel. Lo chef di Dianella, pur rimanendo fedele all’originale, rielaborerà i piatti proposti nella pellicola secondo la tradizione toscana e lo stile Dianella. Tutte le portate verranno, per l’occasione, abbinate ai diversi vini Dianella.

 

Sabato 5 Maggio – dalle 17 alle 20 – Museo del Tessuto di Prato

Le Donne del Vino alla corte di Maria Antonietta

E’ in corso al Museo del Tessuto di Prato la mostra “Marie Antoinette. I costumi di una Regina da Oscar”; si tratta della prima presentazione al pubblico di un’accurata selezione di costumi femminili e maschili creati da Milena Canonero per il film “Marie Antoinette” diretto da Sophie Coppola. Questi abiti (secondo la critica frutto della migliore reinterpretazione cinematografica mai realizzata) portarono la costumista a vincere il premio Oscar nel 2007.

In questa cornice storico-artistica impareggiabile si terrà una degustazione di vini delle più rappresentative cantine toscane.

 

 

Per informazioni e prenotazioni agli eventi:

Festival Fuciniano

Comune di Vinci – Tel. 0571/9331

Green Brunch + Il Pranzo di Babette + Degustazione Le Donne del Vino alla corte di Marie Antoinette

Dianella – Tel. 0571/508166