A Dianella, ad ottobre, tanti appuntamenti per conoscere e apprezzare le ricchezze alimentari del territorio toscano

 

Il consumo di prodotti di stagione, il rispetto della tradizione e della sostenibilità di un territorio sono diventati ormai argomenti imprescindibili quando si parla di alimentazione.

C’è un crescente interesse da parte dei consumatori nei confronti di un’alimentazione più sana e, nel contempo, più attenta al rispetto e alla salvaguardia delle risorse naturali. Buone intenzioni che spesso restano tali perché i ritmi della vita di oggi rendono difficile trovare questo tipo di prodotti.

Esperienze di gusto e naturalità sono proposte da Dianella in diverse formule durante tutto il mese di ottobre. Si parte domenica 22 con il “Green Brunch del Tartufo”: un intero menù a base di verdure di stagione e tartufo sul quale regneranno sovrani il risotto e le uova con scaglie di tartufo bianco preparati al momento e a vista dallo chef. Per i palati più esigenti sarà a disposizione una “extra grattata” di tartufo. Durante l’intera giornata sarà possibile vivere a stretto contatto con la natura anche ascoltando Luciano, il tartufaio con il suo cane Briciola, che racconterà tutti i segreti della caccia e il patrimonio dei boschi della zona.

Venerdì 27 ottobre si terrà invece la Première de “I Venerdì di Dianella”. Nel corso dell’anno diversi appuntamenti offriranno l’opportunità di sperimentare la cucina della cantina. I dinner, allestiti nelle cantine storiche della residenza, avranno menù dedicati e diventeranno l’occasione per incontrare da vicino ospiti diversi (chef, imprenditori, scrittori e altro) del mondo toscano che racconteranno la loro storia e le loro esperienze. Ad Emanuele Sabatini, del “Molo 73” di Empoli, l’onore di inaugurare l’iniziativa. Lo chef, celebre per aver portato la freschezza e il profumo del mare sulla terraferma, giocherà “in trasferta” ma su un campo amico perché con Dianella condivide la stessa filosofia fatta di attenzione per le materie prime e di eleganza nella presentazione delle sue portate. Il menù di venerdì di Dianella sarà un mix sorprendente quindi fra sapori di terra e profumi di mare e si svilupperà principalmente fra proposte a base di tartufo ed altre con baccalà, accompagnate da delicatessen fra cui verdure essicate, cantucci gourmet e chips di bietola.

A chiudere questa prima selezione di iniziative Dianella il Green Brunch “Welcome Olio Nuovo” in calendario per domenica 5 novembre, l’appuntamento con la più classica delle tradizioni toscane con un menù completamente a base di olio extravergine di oliva Dianella IGP.

Oltre alle degustazioni ci sarà l’opportunità di conoscere da vicino tutto il ciclo produttivo di questo ingrediente fondamentale per la nostra cucina e scoprire come dai residui della sua lavorazione prendano vita ancora molti prodotti essenziali come ad esempio la crema da corpo OCRA realizzata con olio Dianella.

 

Tanti gli incontri di Dianella, creati per soddisfare le esigenze di tutti, per raccontare attraverso il gusto dei prodotti toscani il valore della biodiversità, un patrimonio tutto italiano. Ricette della memoria che, realizzate da mani sapienti con le materie prime del territorio, diventano esperienze memorabili.